Disponibile macOS Big Sur: dettagli e novità.

Apple ha rilasciato la versione definitiva di macOS Big Sur, nuova versione del sistema operativo per Mac. Il nuovo sistema, il primo sia per Mac con processori Intel sia per i Mac con CPU Apple Silicon, include novità per Safari, tra cui una pagina iniziale personalizzabile, pannelli più eleganti e versatili, una funzione di traduzione semplice e veloce ed il nuovo Privacy Report. Con gli aggiornamenti dell’app Messaggi, gli utenti possono inviare e ricevere messaggi più personali ed espressivi, e anche seguire più facilmente le conversazione di gruppo e parteciparvi con semplicità. L'applicazione Mappe offre un’esperienza completamente nuova con funzioni coinvolgenti per orientarsi ed esplorare il mondo.

Apple parla di macOS Big Sur come “il più grande aggiornamento dall’introduzione di Mac OS X”. Il sistema operativo vanta un nuovo design più spazioso che semplifica la navigazione e mette ancora più controlli a portata di clic. Ogni singolo elemento è stato ridefinito, dalla curvatura degli angoli delle finestre alla palette di colori e materiali, e nuove funzioni permettono agli utenti di avere ancora più informazioni e controllo. 

Le icone nel Dock sono state ridisegnate per uniformarle a quelle usate nell’intero ecosistema Apple.  L’intera esperienza, secondo Apple, risulta “più pulita, fresca e familiare”, con meno distrazioni visive, per dare spazio e risalto ai contenuti dell’utente.

Nella barra dei menu personalizzabile, un nuovo Centro di Controllo dà accesso veloce ai controlli dalla Scrivania, mentre il Centro Notifiche aggiornato offre notifiche più interattive e widget ridisegnati, disponibili in varie dimensioni, che forniscono più informazioni pertinenti a colpo d’occhio. Inoltre, il nuovo design delle app principali (quelle incluse di serie) offre una migliore organizzazione anche quando ci sono tante finestre aperte, e di interagire con le app in modo ancora più semplice.

 

Novità per la privacy

La privacy è da sempre al centro dell’esperienza d’uso del Mac, e macOS Big Sur la porta a un nuovo livello offrendo agli utenti più trasparenza e controllo sui propri dati. Ispirate alle etichette dei valori nutrizionali degli alimenti, le nuove informazioni sulla privacy mostrate nel Mac App Store aiutano gli utenti a capire le norme sulla privacy delle varie app prima di scaricarle, per esempio i tipi di dati che possono raccogliere, come i dati di utilizzo, le informazioni di contatto e la posizione, e se verranno condivisi con terzi per il tracciamento.

 

Novità specifiche per le CPU Apple SIlicon M1

macOS Big Sur gira sui Mac più recenti con CPU Intel ma è anche il primo a girare sui nuovi Mac con CPU M1 di Apple. Le performance per watt offerte dai nuovi processori M1, combinate con macOS big Sur, riferisce Apple, offrono diversi vantaggi tra cui la possibilità di ottenere migliore grazie alla velocità offerta da CPU, GPU e alle funzionalità machine learning (ML) integrate nel SoC. Sulle macchine con il nuovo processore la Mela promette “un enorme aumento delle prestazioni”, “stupefacente durata della batteria” e maggiore protezione per via di funzionalità intrinseche di M1. Il ritorno dallo sleep sulle nuove macchine è “istantaneo” e Safari è fino a 1.5x più veloce nell’esecuzione JavaScript. Tutte le app di serie con il Mac sono “Universal”, in altre parole compilate per essere eseguite nativamente sia sui Mac con CPU Intel, sia sui Mac con CPU M1. Le vecchie app non compilate come Universal potranno girare sui nuovi Mac grazie alla tecnologia “Rosetta 2″. Sui Mac con CPU M1 sarà anche possibile avviare app per iPhone e iPad.

 

Per gli sviluppatori

Per quanto riguarda gli sviluppatori, l’importante aggiornamento di SwiftUI permette di creare intere app usando codice condiviso tra le varie piattaforme Apple (iPad, iPhone, macOS, watchOS, tvOS) aggiungendo al contempo funzioni specifiche per Mac come le finestre delle Preferenze. E SwiftUI è alla base di ancora più elementi, come i nuovi widget per Mac, iPhone e iPad creati con codice Swift condiviso. Mac Catalyst, che ha debuttato lo scorso anno con macOS Catalina, permette agli sviluppatori di portare su Mac le loro app per iPad. E in macOS Big Sur, le app create con Mac Catalyst ereditano automaticamente il nuovo look del sistema operativo, offrendo nel contempo nuove API e il pieno controllo sull’aspetto e il comportamento delle loro app. GLi viluppatori possono sfruttare la funzione di condivisione “In famiglia” per gli abbonamenti e gli acquisti in-app, e grazie al supporto per l’API WebExtension, le estensioni create per altri browser possono essere facilmente rese disponibili per Safari.

 

MacOs 11 Big Sur girerà sulla maggior parte dei Mac compatibili con il precedente macOS Catalina: MacBook 2015 e seguenti, MacBook Air 2013 e seguenti, MacBook Pro 2013 e seguenti, Mac mini 2014 e seguenti, iMac 2014 e seguenti, iMac Pro 2017 e seguenti, Mac Pro 2013 e seguenti.


Torna alle NEWS

E' stato l’evento più importante dell’anno per Apple, di certo quello dal contenuto più atteso, al netto della novità che ogni stagione costituisce l’annuncio di una new entry per la linea iPhone. Con l’appuntamento One More Thing il gruppo di Cupertino ha reso note le proprie intenzioni in merito al futuro della linea Mac, già in parte anticipate nei mesi scorsi dal palco virtuale della WWDC 2020. La progettazione interna di un system on a chip e il passaggio all’architettura ARM sono stati presentati come una rivoluzione.

 

M1 è il primo SoC realizzato da Apple Silicon e ottimizzato per i computer della mela. “Ottimizzazione” è la parola chiave che meglio sintetizza e definisce la strategia adottata per la nuova era dei Mac, un connubio tra componenti hardware e software curato in ogni dettaglio per garantire prestazioni senza compromessi, una riduzione dei consumi (essenziale sui laptop) e compatibilità.

 

MacBook Air è il primo Mac con Apple M1 (ARM).

I Mac con processore ARM sono stati presentati. L’ufficializzazione di un evento nel corso del quale sono arrivati ben 3 computer basati sui nuovi chip Apple Silicon era arrivata da una nota diffusa da Apple. 

M1 è il primo processore Apple per Mac, 5 nanometri e 16 miliardi di transistor. Apple descrive il potentissimo risparmio con low power silicon, vantando anche di avere il core più veloce al mondo per una CPU, che usano un decimo della potenza essendo sempre attivi e 4 core per raggiungere la massima potenza. M1 integrata una GPU con 8 core, che assicura Apple essere la più avanzata.

Apple Silicon, spiega ancora Apple, ha ben altro oltre a CPU e GPU: ci sono tantissime tecnologie, dai controller al Neural Engine con 16 core.

Grazie a questo chip i Mac si accenderanno istantaneamente, come su iPhone. Allo stesso modo le app si apriranno senza alcun caricamento, un po’ come accade sempre su iPhone e iPad.

Macbook Air sarà il primo portatile con processore Apple M1 tre volte più veloce e con autonomia impressionante. Si tratta, ricordiamo, del nuovo processore che Apple intende proporre, in futuro, su tutta la propria linea di portatili e Desktop. Grazie a questo processore, Macbook Air sarà 3,5 volte più veloce della generazione precedente e  permetterà una gestione migliore di foto, e video. Inoltre, grazie al nuovo processore il Macbook avrà un’autonomia di 15 ore di navigazione web e 18 ore di visualizzazione video.

Apple svela che il primo desktop ad integrare il nuovo processore sarà il Mac mini. Se a livello estetico estetico poco cambia rispetto al design della macchina che lo ha preceduto, grazie al nuovo processore Apple M1, sarà 5 volte più veloce di un qualsiasi PC di fascia alta. Sul retro è presente una porta Thunderbolt che è anche USB 4, una HDMI 2.0, due porte USB A e il jack per cuffie 3,5 mm. Non mancherà la possibilità di collegare anche il display pro a 6K. A livello di CPU sarà 3 volte più veloce del predecessore, a livello grafico ben 6 volte superiore, con una capacità di elaborazione immagini notevolmente superiore.

Tra i primi Mac con Apple Silicon c’è anche il MacBook Pro 13″, che nel presentarlo Apple lo ha definito «Il miglior computer nella sua classe, ottimo tanto per gli studenti quanto per i professionisti, per liberare la propria creatività e produrre le proprie cose». Ogni volta che Apple aggiorna un prodotto lo migliora, ma con macOS Big Sur e il processore M1 fatto in casa il salto è ancora più grande. La velocità generale è maggiore di 3,8 volte mentre la grafica è cinque volte più veloce rispetto alla generazione precedente, l’ultima coi processori Intel. «E’ più veloce dei PC Windows più venduti di questa categoria, e fa quel che nessun altro fa» spiega Apple, citando la possibilità di gestire flussi video in 8K con DaVinci Pro senza alcun problema. Le specifiche parlano inoltre di 17 ore di autonomia in navigazione web oppure 20 ore in riproduzione video, un aumento di 10 ore rispetto a quanto si riesce a fare oggi con i MacBook Pro 13″ con processore Intel.

macOS Big Sur, il nuovo sistema operativo per Mac, verrà rilasciato il prossimo 12 novembre. Lo ha riferito Apple durante l’evento “One More Thing” nel corso del quale ha presentato i nuovi MacBook Air, MacBook Pro da 13″ e Mac mini con CPU Apple Silicon. Apple ha più volte evidenziato la stretta integrazione tra i nuovi Mac con CPU M1 e macOS Big Sur, spiegando che il nuovo sistema sfrutta a fondo i chip di nuova generazione, promettendo velocità e versatilità.

 

Apple ha rilasciato l’aggiornamento a iOS 14.2 e iPadOS 14.2, oltre a macOS Catalina Supplemental Update.

Nuovi emoji, nuovi sfondi, ottimizzazione della ricarica degli auricolari AirPods, nuovi controlli di AirPlay e altro ancora.

Questa versione risolve anche i seguenti problemi:

• Le app potevano essere in ordine errato sul Dock nella schermata Home.

• Il mirino della fotocamera poteva apparire nero all’avvio.

• La tastiera su “Blocco schermo” poteva non rilevare alcuni tocchi durante il tentativo di inserimento del codice.

• I promemoria potevano reimpostarsi su orari nel passato.

• Il widget Foto poteva non mostrare contenuti.

• Il widget Meteo poteva mostrare la temperatura massima in Celsius quando era impostato su Fahrenheit.

• La descrizione nel grafico delle precipitazioni della prossima ora in Meteo poteva indicare un orario di interruzione delle precipitazioni errato.

• La registrazione dei memo vocali veniva interrotta dalle chiamate in arrivo.

• Lo schermo poteva apparire nero durante la riproduzione dei video di Netflix.

• L’app Watch poteva chiudersi in modo inatteso dopo l’apertura.

• Gli itinerari GPS degli allenamenti e i dati sanitari potevano non venire sincronizzati tra Apple Watch e iPhone per alcuni utenti.

• L’audio veniva etichettato erroneamente come “Non in riproduzione” nel dashboard di CarPlay.

• La ricarica wireless dei dispositivi poteva venire impedita.

• Le notifiche di esposizione venivano disabilitate dopo il ripristino di iPhone da un backup di iCloud o dopo il trasferimento dei dati su un nuovo iPhone tramite la funzionalità di migrazione.

 

Disponibile watchOS 7.1 con notifiche livello dell’audio delle cuffie.

Apple ha rilasciato watchOS 7.1 per Apple Watch. Tra le novità, la possibilità di ricevere una notifica quando il livello dell'audio delle cuffie potrebbe comportare conseguenze sull'udito.

 

Update supplementare per macOS Catalina 10.15.7

Apple ha rilasciato un aggiornamento supplementare per macOS Catalina 10.15.7 con integrati fix per la sicurezza. L'update è consigliato a tutti gli utenti e migliora la sicurezza di macOS.


Torna alle NEWS

La nota diffusa da Apple ufficializza un evento nel corso del quale pare che il protagonista sarà un computer basato sui nuovi chip Apple Silicon. L’invito a partecipare alla presentazione non anticipa nulla di quel che sarà introdotto ma i tempi e lo slogan (One more Thing) non possono essere riferiti ad altro che al previsto lancio sul mercato di una macchina con il cosiddetto Apple Silicon.

I "rumors" puntano alla presentazione di un MacBook Air profondamente ridisegnato e con un processore A14 potenziato.

Nuovo aggiornamento semestrale per Windows 10 October 2020 Update.

L’aggiornamento 20H2 porta con sé soprattutto la correzione dei bug riscontrati nelle release precedenti e miglioramenti per quanto concerne la stabilità della piattaforma, ma anche un ritocco estetico al menu Start. Alcune novità riguardano la gestione delle notifiche, l’integrazione della release del browser Edge basata su Chromium, la personalizzazione della barra delle applicazioni, una nuova interfaccia per la modalità tablet attivabile sui dispositivi 2-in-1 e il supporto a Xbox Game Pass su PC.

Wednesday, 21 October 2020 00:00

Adobe Max 2020.

In occasione dell’evento Adobe Max 2020, Adobe presenta importanti aggiornamenti, centinaia di migliorie e novità per i software della Creative Cloud.

La software house di San Jose riferisce di avere interpellato negli ultimi mesi molti suoi clienti del settore creativo, sia tramite sondaggio formale, sia con videochiamate con Zoom, e tra le funzionalità più richieste dagli utenti quelle di nuovi strumenti per migliorare le proprie conoscenze in generale e altre per la collaborazione da remoto.

Tra le numerose novità di Adobe Max 2020 è stato ufficialmente lanciato anche Illustrator per iPad, presto disponibile su App Store e incluso nella Creative Cloud. Con il lancio di questa versione e l’introduzione dei documenti cloud su Illiustrator, il software di disegno vettoriale diventa ancora più flessibile e versatile. È possibile cominciare a disegnare sul desktop per continuare su iPad e viceversa. Secondo Adobe i designer che hanno provato Illustrator su iPad lo trovano «Intuitivo, efficiente e semplicemente divertente da usare».

Apple ha rilasciato l’aggiornameno a iOS 14.1 e iPadOS 14.1.

Nelle note d rilascio, Apple spiega che iOS 14.1 “include risoluzioni di problemi”. In dettaglio, Apple riferirisce:

• Aggiunto il supporto per la riproduzione e la modifica di video HDR a 10 bit in Foto per iPhone 8 e modelli successivi.

• Risolto un problema per il quale alcuni widget, cartelle e icone venivano mostrati a dimensioni ridotte sulla schermata Home.

• Risolto un problema per il quale il trascinamento dei widget sulla schermata Home poteva causare la rimozione di app dalle cartelle.

• Risolto un problema per il quale alcune e-mail in Mail venivano inviate da un alias errato.

• Risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione delle informazioni sulla zona nelle chiamate in entrata.

• Risolto un problema su alcuni dispositivi per il quale l’utilizzo della modalità di visualizzazione con zoom insieme a un codice alfanumerico potevano causare una sovrapposizione del pulsante per le chiamate di emergenza con la casella di inserimento del testo in “Blocco schermo”.

• Risolto un problema per il quale alcuni utenti occasionalmente non erano in grado di scaricare o aggiungere brani alla libreria durante la visualizzazione di un album o di una playlist.

• Risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione degli zero in Calcolatrice.

• Risolto un problema per il quale la risoluzione dei video in streaming poteva venire momentaneamente ridotta all’inizio della riproduzione.

• Risolto un problema che poteva impedire ad alcuni utenti di configurare l’Apple Watch di un membro della famiglia.

• Risolto un problema per il quale il materiale della cassa di Apple Watch veniva mostrato in modo errato nell’app Watch.

• Risolto un problema nell’app File per il quale alcuni fornitori di servizi cloud con gestione MDM potevano mostrare erroneamente dei contenuti come non disponibili.

• Migliorata la compatibilità con access point wireless Ubiquiti.

 


Torna alle NEWS

Microsoft ha annunciato che il supporto di Office 2016 per Mac terminerà il 13 ottobre 2020: si tratta della versione del pacchetto Office proposto in vendita fin dal 2015 con licenza perpetua. 

 

Con la la fine del supporto non si riceveranno più gli aggiornamenti del software di Office 2016 per Mac da Microsoft Update, non si riceveranno più gli aggiornamenti della sicurezza, non si riceverà più supporto tecnico tramite chat o telefono e non verranno forniti ulteriori aggiornamenti per le guide.

Ovviamente sara' comunque possibile usare Office 2016 per Mac, dopo il 13 ottobre 2020. Microsoft sugegrisce a chi lo desidera di eseguire l’aggiornamento a una versione più recente di Office, in modo da avere sempre a disposizione tutte le ultime funzionalità, le patch e gli aggiornamenti della sicurezza.

È possibile effettuare l’aggiornamento a Microsoft 365, la versione in abbonamento di Office che include Word, Excel, PowerPoint e altre app, in base al piano scelto. Con un unico abbonamento è consentito di usare le app sia nel Mac che nel PC, oltre che su smartphone e tablet.

In alternativa è possibile acquistare Office 2019 per Mac in copia unica (non in abbonamento) per l’installazione su un solo Mac.

La prossima versione della suite di produttività Microsoft con licenza perpetua e' prevista per il prossimo 2021 sia per Mac che per Windows.

Friday, 25 September 2020 00:00

Catalina 10.15.7 e ultimi aggiornamenti Apple

Apple ha rilasciato gli ultimissimi aggiornamenti per il sistema operativo macOS ed iOS.

Disponibile aggiornamento a macOS Catalina, ora alla versione 10.15.7. Risolto il problema di grafica che poteva verificarsi su iMac Retina 5K, 27" 2020 con la Radeon Pro 5700 XT. L'update e' disponibile anche nella versione Combo.

 

Disponibile watchOS 7.0.1

Apple ha rilasciato watchOS 7.0.1 per Apple Watch. Questa release arriva a pochi giorni da watchOS 7 e contiene miglioramenti e risoluzioni di problemi, tra cui la soluzione a un problema per il quale alcune carte di pagamento in Wallet erano disabilitate per alcuni utenti.

 

Aggiornamenti di sicurezza per macOS High Sierra e Mojave

Rilasciati aggiornamenti di sicurezza per i sistemi operativi più vecchi, con update per macOS 10.14 Mojave e macOS 10.13 High Sierra.

 

Disponibile aggiornamento a iOS 14.01

A pochi giorni di distanza dalla disponibilità di iOS 14, Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 14.01. Risolti alcuni bug.

 


Torna alle NEWS