Apple ha rilasciato iOS 13, nuova versione del sistema operativo mobile di Cupertino per iPhone. 

iOS 13 è ora disponibile al download per tutti gli utenti iPhone.

La nuova versione del sistema operativo mobile di Cupertino è costruita su misura di iPhone (da quest’anno iPad ha invece il suo iPadOS, che arriverà il 30 settembre). Fino ad oggi iOS 13 è stato infatti disponibile solo come versione preliminare per sviluppatori e beta tester, ora invece la versione definitiva può essere scaricata e installata da tutti gli utenti di iPhone.

Può essere scaricato e installato su dispositivi anche molto datati – risalente a cinque e più anni fa – a partire da iPhone 6s.

Prestazioni migliori: Apple dichiara che il lancio delle app sarà il doppio più veloce e che Face ID sarà il 30% più veloce di quanto visto fino a oggi.

Gestione cartelle e file potenziata. È possibile accedere ai dati conservati su chiavette USB, dischi fissi, SSD, schedine SD e persino file server SMB.

Tante novità per Foto e video con composizione automatica di gallerie smart per rivedere i propri ricordi in modo dinamico. Nuovi effetti per foto ritratti sui terminali compatibili, tanti strumenti nuovi per editing e modifica di foto e video.

L’app Find My, in Italiano Dov’è, per trovare tutti i nostri dispositivi Apple smarriti.

Mappe con visuale a livello stradale in stile Google Street View (probabilmente non per tutte le località), schede informative più dettagliate, avvisi per traffico e circolazione, condivisione del tempo stimato di arrivo.

Tante novità per CarPlay con interfaccia grafica rinnovata, comandi vocali Siri disponibile con app terze parti.

Migliora la gestione della batteria e delle ricariche, per ottimizzarlo in base alle esigenze dell’utente e per prolungare la vita utile della batteria.

Modalità Dark, accattivante da vedere, stanca meno gli occhi di notte. Sugli iPhone con schermo OLED dovrebbe ridurre anche il consumo di energia.

Download app e aggiornamenti dimezzati o più che dimezzati in termini di dati da scaricare e spazio occupato sul telefono.


Torna alle NEWS

Confermate le attese, ecco una breve panoramica delle novita' presentate ieri da Apple.

il nuovo sistema operativo iOS 13 sarà rilasciato il 19 settembre, assieme a WatchOS 6 (ma non per tutti i dispositivi Apple Watch).Pochi giorni dopo sara' la volta di iPadOS (il 30 settembre). Già previsto anche il lancio di iOS 13.1

Il servizio Apple TV+ arriva il prossimo  Novembre a 4,99 dollari al mese per il mercato americano.

Nuovi spettacoli Apple Originals ogni mese e il prezzo è per tutta la famiglia: e comprando un dispositivo Apple il primo anno è gratis. 

Apple Arcade sarà ufficialmente disponibile dal 19 settembre a 4,99 dollari al mese. Il primo mese sarà gratuito.

Novita' hardware: il nuovo iPad 10,2 pollici, ufficiale dal prossimo 30 settembre, sulla carta una vera alternativa ai notebook, con Apple che lo dichiara due volte più veloce di un PC.

iPhone 11. È il successore, ad un prezzo più basso, di iPhone XR. 

iPhone 11 Pro non è un telefono tutto nuovo. Si tratta piuttosto di una versione affinata di iPhone XS. 

Processore A13 Fusion, nuova fotocamera a tre lenti, grandangolo, ultragrandangolo e zoom.Nuova fotocamera frontale da 12 megapixel, elevatissima qualità del video

nuovo display OLED con superiore luminosità, dorso in vetro opaco più resistente e disponibile anche in un nuovo colore “Verde notte”.

 

Le anticipazioni paiono essere confermate: Cupertino annuncia il keynote Apple del 10 settembre prossimo. Arrivano i nuovi iPhone 2019 ma  altre novità sono attese.

L’evento si svolgerà nello Steve Jobs Theater all’interno di Apple Park, a partire dalle ore 10 del mattino a Cupertino, le 19 della sera in Italia.  

Tuesday, 27 August 2019 00:00

Apple: ultimi aggiornamenti di sicurezza.

Disponibile macOS 10.14.6 supplemental update.

Apple ha rilasciato l'aggiornamento supplementare di macOS Mojave 10.14.6. L'update include risoluzioni di problemi che migliorano la stabilità, le prestazioni e la sicurezza del Mac ed è consigliato a tutti gli utenti.

Disponibile iOS 12.4.1 e tvOS 12.4.1 con aggiornamenti di sicurezza.

Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 12.4. Chiusa la vulnerabilità che permetteva il jailbreak lasciando aperta una pericolosa vulnerabilità.

Apple ha rilasciato watchOS 5.3.1 risolte non meglio precisate problematiche di sicurezza. Update raccomandato a tutti gli utenti.


Torna alle NEWS

Apple ha rilasciato aggiornamenti per tutti i software di gestione dei suoi dispositivi, a partire da Mojave per Mac.

Reso pubblico e disponibile al download  l'aggiornamento che porta macOS 10.14 Mojave alla versione 10.14.6. "Aumenta la stabilità e l'affidabilità del Mac" ed è consigliato a tutti gli utenti.

Pubblicato anche Aggiornamento di Sicurezza per macOS High Sierra ed aggiornamento Safari 12.1.2.

iOS 12.4. L'update introduce la funzionalità di migrazione dei dati direttamente dal vecchio iPhone a quello nuovo e migliora la sicurezza di iPhone e iPad.

Vecchio iPhone e iPad? Scaricate subito iOS 9.3.6 e iOS 10.3.4 che risolvono un problema che poteva influenzare l'accuratezza della posizione GPS e causare errori relativi a data e ora del sistema. 

Ed infine Apple ha rilasciato l'aggiornamento a WatchOS 5.3. Risolta la vulnerabilità con l'app Walkie-Talkie. L'app ECG ora utilizzabile anche in Canada e Singapore. 

 

 

macOS Mojave 10.14.6 Supplemental Update.

Disponibile a partire dal 1 Agosto l'update supplementare di macOS 10.14.6 per risolvere un bug con la riattivazione dallo stop, un problema che poteva impediva il corretto riavvio di alcuni Mac. 


Torna alle NEWS

Da Apple il rilascio di un piccolo aggiornamento per il sistema operativo che di fatto elimina ogni possibile rischio legato al web server di Zoom.

Qualche giorno fa era salita alla ribalta la notizia di una vulnerabilità riguardante il software Zoom, parecchio diffuso in ambito professionale per conferenze e meeting da remoto. In particolare, l’installazione della versione Mac sul computer abilitava un web server locale che poteva permettere a malintenzionati di sfruttare per attivare la videocamera all’insaputa del malcapitato utente. Dalla software house è giunta ieri la soluzione al problema, sotto forma di aggiornamento. Anche Apple, in modo silenzioso, è intervenuta sulla questione.

 

Apple aggiorna macOS per Zoom

 

E' stato infatti rilasciato un update per il sistema operativo macOS che impedisce la pratica, mettendo così al sicuro gli utenti. L’installazione del fix è automatica e non viene richiesta alcuna interazione. In seguito, quando il link di una pagina Web e un iframe contenuto in essa tenta di avviare una videochiamata con Zoom, il diretto interessato vede comparire un pop-up che chiede il permesso di completare l’operazione. Prima questo passaggio non era contemplato e l’ingresso nella conversazione avveniva in modo del tutto automatico.

Non è una novità per il gruppo di Cupertino intervenire direttamente e con tempestività sul proprio sistema operativo per risolvere un problema di sicurezza. E' di sicuro meno consueto che venga fatto non per contrastare l’azione di un malware, ma per un software conosciuto e diffuso come quello in questione.  

Thursday, 11 July 2019 00:00

QuarkXPress 2019 è arrivato!

E' disponibile Quark Xpress 2019.

 

La nuova versione di QuarkXPress introduce innovativi strumenti per web design moderni e reattivi, con layout flessibili, tabelle reinventate e nuove funzionalità di digital design che accrescono la produttività. QuarkXPress 2019 è il software per stampa e digital design più flessibile in assoluto.

Novità

•Layout flessibili

◦Crea pagine web HTML5 reattive senza alcuna conoscenza di codifica.

•Tabelle reinventate

◦Scopri nuove regole di stile e impostazioni predefinite personalizzabili. Formatta con la potenza di QuarkXPress.

•Cursore con importazione multipla

◦Carica layout pesanti in un lampo!

 

Acquistando QuarkXPress 2019 con QuarkXPress Advantage si ricevera' la licenza a vita e fino a 3 anni di aggiornamenti trimestrali sulle nuove funzionalità. Allo scadere del programma Advantage, puoi rinnovare il piano per continuare a ricevere aggiornamenti trimestrali sui prodotti oppure puoi continuare a utilizzare l'ultima versione scaricata di QuarkXPress, per sempre, con licenza perpetua.

A seguito della beta per gli sviluppatori, come di consueto, è stata resa disponibile anche la versione preliminare per i Public Beta tester. 

macOS 10.15 Catalina integra nuove funzioni, nuove app e tecnologie di particolare interesse per gli sviluppatori. Con il nuovo sistema operativo, Apple sostituisce iTunes con le sue app di intrattenimento più popolari: Apple Music, Apple Podcasts e l’app Apple TV. La nuova funzione Sidecar consente agli utenti di espandere la Scrivania del Mac usando l’iPad come un secondo monitor oppure come un dispositivo di input ad alta precisione da usare con le app Mac dedicate alla creatività. Nuove funzioni di sicurezza tengono ancora più al riparo le informazioni degli utenti, mentre il Controllo vocale permette di gestire completamente il proprio Mac con la voce.

Le beta, e' sempre bene ricordalo, sono versioni preliminari e, in quanto tali, il loro funzionamento e la loro stabilita' non sono assolutamente garantite. Le nuove funzioni software saranno disponibili in versione definitiva per tutti in autunno come aggiornamenti gratuiti. Ai beta tester che aiutano Apple a collaudare i futuri sistemi operativi, si consiglia caldamente di fare un backup di tutti i dati prima di procedere: solo in questo modo in caso di malfunzionamenti, sarà possibile tornare indietro.

Meglio ancora eseguire i test delle versioni beta su mac "di prova" e non su computer che normalmente si utilizzano per lavoro.


Torna alle NEWS

Da oggi il pacchetto May 2019 Update per Windows 10 può essere scaricato e installato su tutti i PC: è sufficiente un check attraverso Windows Update.

Poco più di un paio di settimane dall’inizio del rollout, Windows 10 May 2019 Update è a partire da oggi disponibile per il download su tutti i PC che soddisfano i requisiti necessari per l’installazione. Si tratta dell’aggiornamento che introduce funzionalità inedite come il Light Theme per l’interfaccia, la separazione tra il pulsante di Cortana e la casella di ricerca nella barra delle applicazioni, il tool Sandbox per la sicurezza e il mirroring dei dispositivi Android senza dover ricorrere a soluzioni esterne. Per dare il via al processo non bisogna far altro che verificare la disponibilità dell’aggiornamento 1903 tramite il solito Windows Update. 

Wednesday, 05 June 2019 00:00

Apple annuncia il nuovo Mac Pro 2019.

La Worldwide Developers Conference di San Jose e' stata occasione per Apple di presentare  l'anteprima il nuovo Mac Pro modulare.

Un mostro di potenza con Intel core fino a 28-core, espandibile fino a 1.5TB. Possibile gestire senza problemi più flussi video 8K.

Sembra avere tutte le carte in regola per essere il nuovo punto di riferimento per i professionisti che lavorano con audio, video, foto, ecc.

Abbandonato l’aspetto “cestino” del precedente Mac Pro, il nuovo desktop (magari abbinato al display di nuova generazione Apple Pro Display XDR) prende spunto dal design dei Mac Pro pre-2013, anche se con dimensioni leggermente piu' contenute. Ha una struttura in acciaio inossidabile e un guscio in alluminio che può essere alzato per accedere a 360 gradi all’intero sistema. La struttura si basa sul concetto di modularità e flessibilità, integra delle maniglie che permettono di spostare facilmente la macchina. Sul guscio il motivo a graticcio, è pensato per massimizzare il flusso dell’aria e rendere il sistema oltremodo silenzioso.

Apple ha evidenziato che si tratta di una macchina “modulare e flessibile”, ad esempio sarà possible montare più macchine in sistemi rack, ed è anche prevista la possibilità di montare delle ruote nella parte inferiore, elementi che consentono di spostare facilmente il computer.

Mac Pro sfrutta processori Xeon fino a 28 core e 64 corsie PCI Express che offrono prestazioni e larghezza di banda eccezionali. Per questa potenza servono 300W ed un imponente sistema di dissipazione. Sono presenti ben 12 slot DIMM e il sistema può arrivare fino a 1.5 terabyte di memoria (sei-canali DDR4 2933MHz ECC).

Disponibile con 8 slot interni PCIe, 4 slot doppia-larghezza, tre slot single-wide, uno slot mezza altezza e uno slot I/O. Sono presenti due porte Thunderbolt 3, due porte USB-A, il jack da 3,5mm e due porte ethernet 10Gb.

Tra le configurazioni possibili, sono previste schede video AMD con nuova architettura grafica che Apple chiama MXP o Mac Pro Expansion. Tra le possibilità offerte: Radeon Pro 580X, Radeon Pro Vega II (14 teraflops, 32GB HBM2) o anche due o quattro GPU Vega II contemporaneamente (56 teraflops, 128GB di memoria video), una combinazione che permette di ottenere “la più potente scheda video al mondo”.

Il prezzo del nuovo Mac Pro parte da 5999$ per la versione con Xeon 8-core Xeon, 32GB memoria, Radeon Pro 580X, 256GB SSD. Sarà disponibile a partire dal prossimo autunno.