Martedì, 05 Giugno 2018 00:00

Le novita' presentate da Apple alla WWDC 2018

macOS 10.14, queste tutte le novità del sistema operativo Mac.

Mentre viene rilasciato l'ultimo update di High Sierra, che arriva alla versione 10.13.5 Apple presenta alla WWDC2018 la versione preliminare di macOS 10.14 Mojave e contestualmente quella di iOS 12

macOS 10.14 non sarà una rivoluzione e non introdurrà funzioni straordinariamente evidenti dal punto di vista dell’interfaccia. Piuttosto, gli ingeneri della Mela preferiscono ottimizzare il codice, creare le condizioni per sfruttare nuovi servizi, migliorare l’integrazione tra dispositivi. Ci saranno dunque piccole novità in molti punti e i dettagli li conosceremo con l’avvicinarsi della data di presentazione della versione definitiva e quando il sistema entrerà nella fase di beta pubblica che sarà disponibile per gli utenti Mac a fine giugno su beta.apple.com. 

La versione definitiva per tutti gli utenti di macOS Mojave sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito. 

Apple avrebbe deciso sia per iOS, sia per macOS, di lavorare non tanto su funzionalità ma su qualità, affidabilità e prestazioni. A partire da quest’anno il piano delle novità dei sistemi operativi non avrà più cadenza annuale ma verrà trasformato in un piano biennale. Agli ingegneri e sviluppatori dei team di Cupertino sarebbe stata concessa più libertà per decidere se rilasciare o no una nuova funzione solo quando ritenuta completa e sicura, oppure di posticiparla a un rilascio successivo in caso contrario. L’obiettivo è quello di incrementare ulteriormente la qualità dei sistemi operativi di Cupertino ma anche quello di assicurare che novità e nuove funzioni vengano rilasciate con le tempistiche indicate, complete di tutte le caratteristiche e le funzioni promesse agli utenti. macOS 10.14 Mojave sembra essere indirizzato verso questo traguardo.

Apple ha ristretto sensibilmente il numero di macchine compatibili su cui potra' essere installato il nuovo sistema operativo Mojave. In particolare sono stati esclusi Mac più vecchi. I Mac sui quali girerà macOS 10.14 sono:

MacBook Inizio 2015 o seguenti - MacBook Air Metà 2012 o seguenti - MacBook Pro Metà 2012 o seguenti

Mac mini Fine 2012 o seguenti - iMac fine 2012 o seguenti - iMac Pro 2017

Mac Pro Fine 2013, oltre a Mac Pro metà 2010, metà 2012 possibilmente con GPU in grado di sfruttare la tecnologia Metal.

NON sono supportati i vecchi MacBook con case in policarbonato, ma anche MacBook Pro, Air, mini e iMac del 2009, 2010 e 2011.

Le novità di macOS 10.14 Mojave.

Confermata la presenza di una modalità dark (un tema scuro che dovrebbe rendere più confortevole l’uso del computer in alcuni momenti, ad esempio di notte o quando ci troviamo in una stanza buia).

Apple spiega che gli utenti di macOS Mojave possono abilitare Dark Mode per trasformare la Scrivania con uno schema colori più scuro, che mette in risalto i loro contenuti mentre i controlli restano in background. Secondo Apple il nuovo tema scuro migliora la produttività anche con i calendari e le presentazioni, questo perché «Tutti i contenuti colorati emergono, molto di più. Mojave è bellissimo di giorno, ma la notte è ancora più bello»  Con macOS 10.14 si può passare da una Scrivania chiara a una scura, e le app integrate come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. macOS Mojave presenta una nuova Dynamic Desktop che varia in automatico l’immagine della Scrivania in base all’ora del giorno. Gli sviluppatori possono usare API specifiche per implementare la Dark Mode nelle loro app.

A portare ordine sulla Scrivania arrivano i Desktop Stacks, i cui contenuti vengono riorganizzati su pile (dall’inglese “Stacks”) per data, tipologia, tag o qualsiasi altra modalità selezionata dall’utente così che anche le Scrivanie più disordinate si risistemano. Gli utenti possono personalizzare le Stacks in base ad altri attributi dei file, per esempio la data o i tag.

Apple aggiunge anche una nuova vista nel Finder: oltre alla visualizzazione dei file a Lista e Colonne, ora arriva anche la vista Gallery grazie alla quale diventa molto più facile visualizzare l’anteprima di documenti, foto, fogli di calcolo e qualsiasi altro tipo di file.

Le azioni rapide consentono agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder. Visualizzazione rapida mostra rapidamente un’anteprima full-size dei documenti e gli utenti potranno ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire l’app corrispondente.

In macOS Mojave arrivano app riservate i precedenza ad iOS se non direttamente solo ad iPhone: News, Borsa, Memo vocali e Casa, sono ora disponibili per la prima volta anche su Mac. Con Casa, in particolare, gli utenti Mac possono controllare gli accessori HomeKit per gestire varie funzioni come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato direttamente dal computer. Memo vocali permette di registrare appunti personali, lezioni, meeting, interviste e spunti per nuovi brani, per poi accedervi da iPhone, iPad o Mac. L’app Borsa mostra, come su iOS, news selezionate sui mercati oltre a una lista personalizzata completa di quotazioni e grafici interattivi.

Le chiamate FaceTime di gruppo sono una delle novità di iOS 12 e arrivano anche su Mac. Consentono di chattare con più persone contemporaneamente. Si possono inoltre aggiungere partecipanti in qualsiasi momento, se la conversazione è ancora attiva, e ci si può unire alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac. 

MacOS 10.14 Mojave ha un occhio di riguardo anche per la sicurezza e la privacy degli utenti, tra l’altro uno dei motivi per cui le persone scelgono i dispositivi Apple. Il nuovo sistema operativo aggiunge maggiore protezione soprattutto riguardo come le applicazioni utilizzano i dati dell’utente.

Su Safari vengono bloccati molti tracker evitando così che gli utenti siano tracciati dalle società che distribuiscono pubblicità mirate. Apple ha deciso di bloccare anche i pulsanti per mettere il “Mi Piace”, per fare in modo che così non traccino l’utente. Se poi si vorrà cliccarli, sarà il sistema a chiedere se si vuole davvero avere (oppure no) interazione con questi pulsanti.

Mac App Store: «Lo scorso anno abbiamo rilanciato App Store su iOS con le Storie, e adesso le aggiungiamo anche al Mac App Store». Secondo Apple, il negozio di app per Mac, introdotto nel 2011, ha cambiato il modo con cui si scaricano i programmi sui propri computer. Ad oggi viene usato in 155 paesi diversi e gli utenti si fidano del sistema, acquistando regolarmente software. Dall’altra parte, gli sviluppatori ricevono rapidamente i pagamenti e sono incentivati a rilasciare gli aggiornamenti con costanza. In macOS 10.14 Mojave Mac App Store avrà un nuovo look, con rinnovati contenuti editoriali, che permetteranno di trovare molto più facilmente le applicazioni presenti su Mac App Store. Il nuovo Mac App Store sarà un omaggio alle applicazioni, ai giochi e agli sviluppatori, anche grazie ad una nuova scheda Scopri. Saranno present interviste, suggerimenti utili, e raccolte di applicazioni e giochi must have.

Le app News, Borsa, Memo vocali e Casa sono ora disponibili su Mac grazie ai framework iOS adattati per macOS. A partire dalla fine del 2019, questi framework aggiuntivi consentiranno agli sviluppatori di trasferire facilmente le loro app iOS su macOS, offrendo loro nuove opportunità e dando vita ad ancora più app per gli utenti Mac.  Questo passaggio è alla base del progetto Marzipan, una strategia non ancora dichiarata ma che qui sembra cominciare a trovare una parte della sua applicazione, che permetterà di sviluppare facilmente programmi multipiattaforma. Di fatto questo potrebbe significare la possibilità di eseguire app iOS su Mac e per gli sviluppatori di progettare applicazioni in grado di funzionare con touch screen, mouse o trackpad, secondo se eseguite su iPhone/iPad o Mac. L’unificazione degli strumenti di sviluppo delle app permetterebbero di semplificare la creazione delle app, senza dare priorità alle app iOS come fanno preferiscono fare ora alcuni sviluppatori.

Apple lancia iOS 12: più velocità, notifiche flessibili, ArKit 2, Facetime di gruppo.

La novità principale del prossimo sistema operativo è che renderà tutto molto più veloce e l’obiettivo primario del nuovo iOS sarà quello di raddoppiare le performance di iPhone e iPad. iOS 12 supporterà tutti i dispositivi compatibili con l'attuale iOS 11, tra cui anche alcuni molto vecchi come iPhone 5s.

Il keynote di apertura della WWDC 2018 ha dato i natali, tra le altre cose a watchOS 5, il prossimo aggiornamento software ad Apple Watch. La nuova versione di sistema porta con sé cambiamenti di rilievo, tra cui nuovi quadranti, migliori funzionalità di monitoraggio della salute, ed altro ancora.

Tra le novita' più importanti introdotte con watchOS 5 ci sono numerose funzioni nel settore degli annullamenti. Una di queste riguardo il rilevamento automatico dell’allenamento. Si avrà un avviso per avviare il work out corretto e assegnare un credito retroattivo. Questa funzione invierà anche un promemoria per terminare le sessioni di allenamento dopo un periodo di inattività se l’utente se ne dimentica.

Tra i nuovi allenamenti che sarà possibile tracciare con l’orologio Apple anche Yoga e Hiking, che s uniscono così a 12 altri tipi di allenamento specializzati che monitorano con le calorie attive bruciate e i minuti di esercizio guadagnati.

watchOS 5 offrirà funzioni avanzate per gli appassionati di corsa, tra cui una nuova misurazione della cadenza (passi al minuto) per le corse e le camminate outdoor e indoor, e un nuovo allarme nelle corse outdoor che avvisa gli utenti quando il ritmo è inferiore o superiore al valore che hanno scelto come target. Una nuova misurazione, Rolling Mile Pace, offrirà ai runner la possibilità di vedere il passo tenuto nell’ultimo miglio appena corso, oltre al passo medio e attuale.

Dopo la condivisione attività, watchOS 5 permetterà agli utenti di invitare altri utenti di Apple Watch a partecipare a sfide di Attività della durata di sette giorni, guadagnando punti quando chiudono gli anelli Attività e ricevendo notifiche per non perdere la motivazione e arrivare alla vittoria.

watchOS 5 introduce Walkie-Talkie, un nuovo modo di comunicare a voce con un semplice tocco sul polso. È un modo facile e divertente per mettersi in contatto al volo con amici e familiari: il collegamento da orologio a orologio è veloce, personale e può essere attivato fra chiunque indossi un Apple Watch compatibile nel mondo, via Wi-Fi o rete cellulare.

Con watchOS 5 gli utenti potranno ascoltare i podcast con Apple Podcast su Apple Watch e riprodurre i podcast del catalogo usando Siri. Le puntate si sincronizzeranno in automatico su Apple Watch. Una nuova funzione per gli sviluppatori permette di sincronizzare su Apple Watch musica, audiolibri e sessioni di meditazione da app come Pandora, Audible e 10% Happier per poterli riprodurre offline anche quando l’iPhone dell’utente non è nelle vicinanze.

Usando l’apprendimento automatico, il quadrante aggiornato di Siri su Apple Watch diventa un assistente personale migliore e offrirà scorciatoie  basate su abitudini, luoghi e informazioni come il battito cardiaco dopo un allenamento, i tempi di percorrenza previsti da Mappe all’ora in cui l’utente esce dall’ufficio per tornare a casa o i risultati sportivi di una squadra preferita. Le notifiche di app di terze parti possono ora avere controlli interattivi e possono essere utilizzate senza dover aprire l’app.

Introdotta a listino anche una nuova variante dell'Apple Watch, chiamata Pride Edition, che si distingue per cinturino colorato e quadrante abbinato. Per ogni vendita verrà effettuata una donazione ad organizzazioni che difendono i diritti della comunità LGBTQ.

 


Torna alle NEWS