Apple ha rilasciato iOS 12, nuova versione del sistema operativo mobile di Cupertino per iPhone e iPad. 


Torna alle NEWS

Mercoledì, 05 Settembre 2018 00:00

Apple 12 Settembre: le novita'presentate.

Apple ha chiamato a raccolta giornalisti, analisti e partner per il suo tradizionale evento autunnale, lo scorso mercoledi' 12 settembre. E' stato il momento del lancio dei nuovi iPhone, di iOS12 e altro. Con l’evento Gather Round, Apple ha presentato ufficialmente iPhone XS, il fratello maggiore iPhone XS Max e il minore iPhone XR, affiancati da un Apple Watch 4 che ancora una volta concentra la maggior parte delle novità sulla salute dell’utente.


Torna alle NEWS

Microsoft  Office 2019: i requisiti di sistema macOS.

Il nuovo Office 365 per Mac richiederà macOS Sierra o seguenti. Gli utenti di Office 365 che non hanno ancora aggiornato il sistema operativo dovranno aggiornare a macOS 10.12 o seguenti per sfruttare le funzionalità integrate nella suite Office 2019 per Mac. L’azienda ha annunciato che tutti gli utenti di Office 365 per Mac (la versione con abbonamento mensile o annuale) potranno passare alla versione aggiornata di Office, con incluse le ultime novità, a patto di avere macOS Sierra 10.12 o seguenti.

Gli utenti che non passano a macOS 10.12 o seguenti prima dell’update di settembre riceveranno ancora supporto mainstream e potranno continuare a usare l’attuale versione di Office 365 per Mac.

Come parte dell’update di settembre 2018, gli utenti di Office 365 per Mac con macOS 10.12 o seguenti riceveranno un aggiornamento dei client di Office 2016 per Mac a Office 2019 per Mac al fine di accedere a nuove funzionalità e update.

Gli utenti di Office 365 che restano con le vecchie versioni di macOS e Office 2016 per Mac riceveranno supporto mainstream ma non le nuove funzionalità di Office 365.

Venerdì, 13 Luglio 2018 00:00

Apple aggiorna MacBook Pro: i modelli 2018.

Capacità di calcolo più veloce e potente su un notebook professionale. I nuovi modelli hanno processori fino a 6-core e 32 GB di memoria, display True Tone e chip T2 Apple, lo stesso presente su iMac Pro. Unita' interna SSD fino a 4TB sul 15″ e 2 TB sul 13″.

Apple ha aggiornato oggi il MacBook Pro, con prestazioni superiori e nuove funzionalità pensate per i professionisti, rendendolo il notebook Mac più avanzato di sempre. I nuovi modelli MacBook Pro con Touch Bar sono dotati di processori Intel Core di ottava generazione, con 6 core sul modello da 15 pollici per prestazioni fino al 70% più veloci e quad core sul modello da 13 pollici per prestazioni fino a due volte più veloci – pensati per manipolare grandi set di dati, eseguire simulazioni complesse, creare progetti audio multitraccia o eseguire l’elaborazione avanzata delle immagini o il montaggio di filmati.

Supporto massimo di 32 GB di memoria, display True Tone e una tastiera di terza generazione migliorata per una digitazione più silenziosa sono tra le nuove caratteristiche. La potente scheda grafica Radeon Pro, l’ampio trackpad Force Touch, la rivoluzionaria Touch Bar e il Touch ID, gli altoparlanti stereo dinamici, il silenzioso sistema di raffreddamento progettato da Apple e Thunderbolt 3 per il trasferimento dati, la ricarica e la connessione fino a due display 5K o quattro GPU esterne, ne fanno il notebook professionale ideale.

Grazie alla possibilità opzionale di aggiungere fino a 32 GB di memoria sul MacBook Pro da 15 pollici, gli utenti possono eseguire più applicazioni contemporaneamente o caricare file più grandi nella memoria. Inoltre, con un’unità SSD da 2 TB sul modello da 13″ e da 4 TB su quello da 15″, MacBook Pro offre ai clienti la flessibilità di lavorare con grandi librerie di file e progetti ovunque si trovino.

 

Display Retina con True Tone garantisce un’esperienza di visualizzazione perfetta, il miglior display per notebook Mac mai visto.

Grazie alla tecnologia True Tone, il display e la Touch Bar offrono un’esperienza di visualizzazione più naturale per flussi di lavoro di progettazione ed editing, nonché per attività quotidiane come la navigazione sul Web e la scrittura di e-mail.

Novità per MacBook Pro è anche il chip T2 di Apple, introdotto per la prima volta sull’iMac Pro: Con il chip Apple T2, MacBook Pro offre ora una maggiore sicurezza del sistema con il supporto per l’avvio sicuro e l’archiviazione crittografata.

 

Caratteristiche principali del MacBook Pro 15 pollici

• Processori Intel Core i7 e Core i9 a 6 core fino a 2,9 GHz con Turbo Boost fino a 4,8 GHz

• Fino a 32GB di memoria DDR4 

• Potente grafica discreta Radeon Pro con 4 GB di memoria video in ogni configurazione

• Fino a 4TB di storage SSD2

• Tecnologia del display True Tone

• Chip T2 di Apple

• Touch Bar e Touch ID

 

Caratteristiche principali del MacBook Pro 13 pollici

• Processori Intel Core i5 e i7 quad-core fino a 2,7 GHz con Turbo Boost fino a 4,5 GHz e doppia eDRAM

• Grafica integrata Intel Iris Plus 655 con 128MB di eDRAM

• Fino a 2TB di storage SSD2

• Tecnologia del display True Tone

• Chip T2 di Apple

• Touch Bar e Touch ID

 


Torna alle NEWS

Apple ha reso pubblica la versione definitiva dell’aggiornamento a macOS High Sierra 10.13.6. Migliorie i termini di “stabilità, prestazioni e sicurezza”. Arriva il supporto Airplay 2 su iTunes 12.8. La nuova versione di iTunes per Mac supporta l'audio multiroom di AirPlay 2. Possibile gestire HomePod, Apple TV e altoparlanti di terze parti compatibili e controllare i contenuti in coda. Disponibili inoltre le versioni definitive degli update a iOS 11.4.1 per iPhone ed iPad, watchOS 4.3.2 e tvOS 11.4.1.


Torna alle NEWS

Martedì, 26 Giugno 2018 00:00

OSX 10.14 Mojave: le novita' da conoscere.

In occasione dell’annuale Worldwide Developers Conference (WWDC), Apple ha svelato  un’anteprima di macOS Mojave, l’ultima versione del sistema operativo per Mac versione 10.14. La beta version preliminare è nelle mani degli sviluppatori come pure e' disponibile una versione beta pubblica per gli utenti che desiderano provarla. La versione definitiva sarà invece rilasciata in autunno come aggiornamento software gratuito.

Dark Mode

Apple ha da tempo integrato in macOS funzioni che consentono di scurire la barra dei menu e il Dock (funzione richiamabile dalla sezione “Generali” nelle Preferenze di Sistema) ma queste consentono solo di dare alla barra dei menu e al Dock un aspetto più scuro; mancava, ad oggi, una funzione in grado di applicare modifiche più profonde al sistema nel suo complesso, alle finestre del Finder, alla barra degli strumenti delle varie applicazioni, alle Preferenze di Sistema, ecc... Apple spiega che in MacOs Mojave, la Dark Mode permette di trasformare la Scrivania grazie ad un look innovativo che pone l’attenzione sui contenuti dell’utente. Al termine dell’installazione del nuovo sistema operativo, all’utente è chiesto di se desidera abilitare o no la Dark Mode. Si può ad ogni modo impostare in qualsiasi momento la modalità di visualizzazione desiderata aprendo le Preferenze di Sistema e selezionando l’aspetto preferito (dark o tradizionale). Lo schema colori più scuro mette in risalto i contenuti, mentre i controlli restano in background. È anche possibile sfruttare gli Spazi del Mac e passare al volo da una Scrivania chiara a una scura. Le app integrate come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. Nella sezione “Scrivania e Salvaschermo” delle Preferenze di Sistema è presente il nuovo Dynamic Desktop che varia in automatico l’immagine della Scrivania in base all’ora del giorno.

Stacks

Il Finder di MacOs Mojave mette a disposizione nuove funzionalità. Di particolare interesse la funzione “Stacks” che è possibile richiamare dal menu “Vista”. L'intento è semplice e permette di fare ordine sulla Scrivania impilando automaticamente i file in gruppi ben ordinati basati sul tipo di documento come immagini, documenti, fogli elettronici, PDF ecc... Gli utenti possono personalizzare le Stacks in base ad altri attributi dei file, per esempio la data o i tag. Il contenuto dei file raccolti in uno stack possono essere visualizzati con un click del mouse/trackpad. È ovviamente in qualsiasi momento possibile annullare la visualizzazione a stack deselezionando l’opzione dal menu Vista del Finder.

Novità nel Finder

Finder di MacOs 10.14 Mojave è stato significativamente aggiornato con una nuova Gallery View  che consente agli utenti di scorrere visivamente i file. Il pannello dell’Anteprima  mostra vari metadati (esempio con le immagini: tag, data creazione, ultima apertura, contenuti, dimensioni, spazio colore, profilo colore), semplificando la gestione di interi asset di contenuti. Sono presenti “azioni rapide”, pulsanti che consentono ad esempio di ruotare una foto, modificarla, creare al volo un PDF. Le azioni rapide consentono agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder.

Migliorie per Quick Look

Quick Look, la funzione che permette di visualizzare foto, file o una cartella senza aprirli avvicinandosi con il mouse/trackpad e premendo spazio (o, in alternativa usando il click deciso sui Mac con trackpad Force Touch), è stata ottimizzata. È come sempre possibile mostrare rapidamente un’anteprima full-size dei documenti, così gli utenti potranno ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire app specifiche.

News, Borsa, Memo vocali e Casa

Apple ha cominciato a usare internamente un framework che permette di eseguire il porting di app iOS su Mac. Le prime app frutto di questo lavoro le vedremo in MacOs 10.14 Mojave e sono News, Borsa, Memo vocali e Casa, ora disponibili per la prima volta anche su Mac. L’app Casa permette di controllare gli accessori HomeKit dal Mac consentendo di gestire varie funzioni come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato direttamente dal computer. A questo proposito anche con Siri dal Mac è possibile controllare i dispositivi HomeKit. L’app Memo vocali consente di registrare appunti personali, lezioni, meeting, interviste e spunti per nuovi brani, per poi accedervi da iPhone, iPad o Mac. L’app Borsa mostra news selezionate sui mercati oltre a una lista personalizzata completa di quotazioni e grafici interattivi. News consente in alcune nazioni (per ora Australia, Regno Unito e Stati Uniti) di mostrare articoli con foto e video.

Chiamate FaceTime di gruppo

Le chiamate FaceTime di gruppo consentono di chattare con più persone contemporaneamente.I partecipanti si possono aggiungere in qualsiasi momento, anche se la conversazione è ancora in corso, e scegliere se parlare in video o con solo l’audio dal dispositivo preferito. È possibile unirsi alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac o partecipare usando l’audio FaceTime dall’Apple Watch. In abbinamento alle nuove funzionalità di iOS 12 è possibile applicare effetti come le Memoji, una forma più personale di Animoji, con divertenti effetti per la fotocamera anche dal Mac.

Nuovo Mac App Store

Il Mac App Store di macOS 10.14 Mojave si presenta con un look rinnovato e contenuti editoriali che rendono più semplice la ricerca di app per Mac. Analogamente alla versione per iOS, il nuovo Mac App Store mostra una sezione Discover, che celebra le app, i giochi e i loro sviluppatori con interessanti racconti, interviste di approfondimento, utili suggerimenti, raccolte di app ecc... Inoltre, sono aggiunte nuove sezioni come Create, Work, Play e Develop, dove gli utenti possono trovare l’app per un progetto specifico cercando fra quelle per fare musica, per i video, di fotografia, le utility per il lavoro e i giochi. Ogni settimana nella nuova sezione Discover gli utenti troveranno articoli di approfondimento sulle migliori app per Mac, con racconti e raccolte di app consigliate, e vedere le classifiche delle app più amate. Un’altra novità sono i video a riproduzione automatica, che offrono agli utenti un’anteprima dinamica delle app per capirne il funzionamento prima di scaricarla.Le sezioni Create, Work, Play e Develop contengono suggerimenti e informazioni sulle app per creare, lavorare, giocare e sviluppare, con consigli e tutorial che possono essere utili anche ai più esperti.

Sicurezza e privacy

Come per tutti gli aggiornamenti software Apple, sicurezza e privacy rappresentano priorità assolute anche in macOS Mojave. In Safari, la funzione Intelligent Tracking Prevention aiuta a impedire ai pulsanti “Mi piace” o “Condividi” dei social media e ai widget di commento di tracciare gli utenti senza la loro autorizzazione. Safari condivide inoltre informazioni di sistema semplificate quando gli utenti navigano sul web: in questo modo non vengono tracciati in base alla loro configurazione di sistema. Safari crea, compila e memorizza in automatico password forti quando gli utenti creano nuovi account online e contrassegna le password riutilizzate così gli utenti possono cambiarle. I nuovi livelli di protezione dei dati richiedono alle app di ottenere l’autorizzazione dell’utente prima di usare la videocamera e il microfono del Mac o di accedere a dati personali come la cronologia di Mail e il database dei messaggi. Le applicazioni eseguite in macOS Mojave devono richiedere esplicatamene l’autorizzazione dell’utente prima di accedere a fotocamera o al microfono, lo stesso vale per dati come la cronologia dei messaggi o il database di Mail.

Nuovi controlli per gli screenshot

Apple integra da tempo vari strumenti di serie con il sistema operativo che consentono di catturare con facilità screenshot e schermate varie sul Mac. In macOS Mojave gli strumenti che consentono di catturare un’istantanea sono ancora più completi. Come sempre è possibile catturare un’istantanea dell’intera schermata o di una parte selezionata della schermata, ma ora sono presenti controlli sullo schermo che permettono di accedere al volo e facilmente a barie opzioni e nuove capacità di registrazione video. Un workflow semplificato consente di condividere gli screenshot senza creare disordine sulla Scrivania. Come accade su iOS, quando si preme la combinazione Maiuscole-Comando (⌘)-3, l’istantanea non viene subito salvata sulla scrivania come file .png ma in basso a destra sullo schermo appare una piccola anteprima; facendo click sull’anteprima si apre una finestra che mostra l’immagine e vari strumenti che consentono di disegnare a mano libera, disegnare forme, aggiungere elementi vari, testi, ruotare, ritagliare, ecc. Specifici pulsanti consentono di ripristinare, salvare o cestinare la foto, condividere la schermata con altri utenti, ecc. Premendo la combinazione di tasti Maiuscole-Comando (⌘)-5, è possibile selezionare con il mirino l’area di proprio interesse e sullo schermo appaiono pulsanti che consentono di scegliere cosa acquisire (l’intero schermo, la finestra selezionata, una selezione). Da questi pulsanti è anche possibile registrare un filmato dell’intero display (o di una parte) e scegliendo “opzioni” impostare il timer, scegliere se mostrare o no il cursore del mouse e altre opzioni...

Continuity Camera

Continuity Camera consente agli utenti Mac di scattare una foto o acquisire un documento nelle vicinanze con il loro iPhone o iPad e visualizzarlo all’istante sul Mac. È possibile, ad esempio, aprire un documento Pages, inserire un riquadro per contenere un’immagine e scattare al volo la foto da iPhone o iPad.Basta selezionare il dispositivo iOS dal menu Modifica: comodissimo per inserire al volo la foto di un oggetto che, ad esempio, si trova sulla scrivania, per allegare la scansione di uno scontrino/fattura, ecc. La funzionalità di Continuity Camera è compatibile con varie app, incluse Mail, Notes, Pages, Keynote, Numbers e altre ancora.

 


Torna alle NEWS

macOS 10.14, queste tutte le novità del sistema operativo Mac.

Mentre viene rilasciato l'ultimo update di High Sierra, che arriva alla versione 10.13.5 Apple presenta alla WWDC2018 la versione preliminare di macOS 10.14 Mojave e contestualmente quella di iOS 12

macOS 10.14 non sarà una rivoluzione e non introdurrà funzioni straordinariamente evidenti dal punto di vista dell’interfaccia. Piuttosto, gli ingeneri della Mela preferiscono ottimizzare il codice, creare le condizioni per sfruttare nuovi servizi, migliorare l’integrazione tra dispositivi. Ci saranno dunque piccole novità in molti punti e i dettagli li conosceremo con l’avvicinarsi della data di presentazione della versione definitiva e quando il sistema entrerà nella fase di beta pubblica che sarà disponibile per gli utenti Mac a fine giugno su beta.apple.com. 

La versione definitiva per tutti gli utenti di macOS Mojave sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito. 

Apple avrebbe deciso sia per iOS, sia per macOS, di lavorare non tanto su funzionalità ma su qualità, affidabilità e prestazioni. A partire da quest’anno il piano delle novità dei sistemi operativi non avrà più cadenza annuale ma verrà trasformato in un piano biennale. Agli ingegneri e sviluppatori dei team di Cupertino sarebbe stata concessa più libertà per decidere se rilasciare o no una nuova funzione solo quando ritenuta completa e sicura, oppure di posticiparla a un rilascio successivo in caso contrario. L’obiettivo è quello di incrementare ulteriormente la qualità dei sistemi operativi di Cupertino ma anche quello di assicurare che novità e nuove funzioni vengano rilasciate con le tempistiche indicate, complete di tutte le caratteristiche e le funzioni promesse agli utenti. macOS 10.14 Mojave sembra essere indirizzato verso questo traguardo.

Apple ha ristretto sensibilmente il numero di macchine compatibili su cui potra' essere installato il nuovo sistema operativo Mojave. In particolare sono stati esclusi Mac più vecchi. I Mac sui quali girerà macOS 10.14 sono:

MacBook Inizio 2015 o seguenti - MacBook Air Metà 2012 o seguenti - MacBook Pro Metà 2012 o seguenti

Mac mini Fine 2012 o seguenti - iMac fine 2012 o seguenti - iMac Pro 2017

Mac Pro Fine 2013, oltre a Mac Pro metà 2010, metà 2012 possibilmente con GPU in grado di sfruttare la tecnologia Metal.

NON sono supportati i vecchi MacBook con case in policarbonato, ma anche MacBook Pro, Air, mini e iMac del 2009, 2010 e 2011.

Le novità di macOS 10.14 Mojave.

Confermata la presenza di una modalità dark (un tema scuro che dovrebbe rendere più confortevole l’uso del computer in alcuni momenti, ad esempio di notte o quando ci troviamo in una stanza buia).

Apple spiega che gli utenti di macOS Mojave possono abilitare Dark Mode per trasformare la Scrivania con uno schema colori più scuro, che mette in risalto i loro contenuti mentre i controlli restano in background. Secondo Apple il nuovo tema scuro migliora la produttività anche con i calendari e le presentazioni, questo perché «Tutti i contenuti colorati emergono, molto di più. Mojave è bellissimo di giorno, ma la notte è ancora più bello»  Con macOS 10.14 si può passare da una Scrivania chiara a una scura, e le app integrate come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. macOS Mojave presenta una nuova Dynamic Desktop che varia in automatico l’immagine della Scrivania in base all’ora del giorno. Gli sviluppatori possono usare API specifiche per implementare la Dark Mode nelle loro app.

A portare ordine sulla Scrivania arrivano i Desktop Stacks, i cui contenuti vengono riorganizzati su pile (dall’inglese “Stacks”) per data, tipologia, tag o qualsiasi altra modalità selezionata dall’utente così che anche le Scrivanie più disordinate si risistemano. Gli utenti possono personalizzare le Stacks in base ad altri attributi dei file, per esempio la data o i tag.

Apple aggiunge anche una nuova vista nel Finder: oltre alla visualizzazione dei file a Lista e Colonne, ora arriva anche la vista Gallery grazie alla quale diventa molto più facile visualizzare l’anteprima di documenti, foto, fogli di calcolo e qualsiasi altro tipo di file.

Le azioni rapide consentono agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder. Visualizzazione rapida mostra rapidamente un’anteprima full-size dei documenti e gli utenti potranno ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire l’app corrispondente.

In macOS Mojave arrivano app riservate i precedenza ad iOS se non direttamente solo ad iPhone: News, Borsa, Memo vocali e Casa, sono ora disponibili per la prima volta anche su Mac. Con Casa, in particolare, gli utenti Mac possono controllare gli accessori HomeKit per gestire varie funzioni come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato direttamente dal computer. Memo vocali permette di registrare appunti personali, lezioni, meeting, interviste e spunti per nuovi brani, per poi accedervi da iPhone, iPad o Mac. L’app Borsa mostra, come su iOS, news selezionate sui mercati oltre a una lista personalizzata completa di quotazioni e grafici interattivi.

Le chiamate FaceTime di gruppo sono una delle novità di iOS 12 e arrivano anche su Mac. Consentono di chattare con più persone contemporaneamente. Si possono inoltre aggiungere partecipanti in qualsiasi momento, se la conversazione è ancora attiva, e ci si può unire alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac. 

MacOS 10.14 Mojave ha un occhio di riguardo anche per la sicurezza e la privacy degli utenti, tra l’altro uno dei motivi per cui le persone scelgono i dispositivi Apple. Il nuovo sistema operativo aggiunge maggiore protezione soprattutto riguardo come le applicazioni utilizzano i dati dell’utente.

Su Safari vengono bloccati molti tracker evitando così che gli utenti siano tracciati dalle società che distribuiscono pubblicità mirate. Apple ha deciso di bloccare anche i pulsanti per mettere il “Mi Piace”, per fare in modo che così non traccino l’utente. Se poi si vorrà cliccarli, sarà il sistema a chiedere se si vuole davvero avere (oppure no) interazione con questi pulsanti.

Mac App Store: «Lo scorso anno abbiamo rilanciato App Store su iOS con le Storie, e adesso le aggiungiamo anche al Mac App Store». Secondo Apple, il negozio di app per Mac, introdotto nel 2011, ha cambiato il modo con cui si scaricano i programmi sui propri computer. Ad oggi viene usato in 155 paesi diversi e gli utenti si fidano del sistema, acquistando regolarmente software. Dall’altra parte, gli sviluppatori ricevono rapidamente i pagamenti e sono incentivati a rilasciare gli aggiornamenti con costanza. In macOS 10.14 Mojave Mac App Store avrà un nuovo look, con rinnovati contenuti editoriali, che permetteranno di trovare molto più facilmente le applicazioni presenti su Mac App Store. Il nuovo Mac App Store sarà un omaggio alle applicazioni, ai giochi e agli sviluppatori, anche grazie ad una nuova scheda Scopri. Saranno present interviste, suggerimenti utili, e raccolte di applicazioni e giochi must have.

Le app News, Borsa, Memo vocali e Casa sono ora disponibili su Mac grazie ai framework iOS adattati per macOS. A partire dalla fine del 2019, questi framework aggiuntivi consentiranno agli sviluppatori di trasferire facilmente le loro app iOS su macOS, offrendo loro nuove opportunità e dando vita ad ancora più app per gli utenti Mac.  Questo passaggio è alla base del progetto Marzipan, una strategia non ancora dichiarata ma che qui sembra cominciare a trovare una parte della sua applicazione, che permetterà di sviluppare facilmente programmi multipiattaforma. Di fatto questo potrebbe significare la possibilità di eseguire app iOS su Mac e per gli sviluppatori di progettare applicazioni in grado di funzionare con touch screen, mouse o trackpad, secondo se eseguite su iPhone/iPad o Mac. L’unificazione degli strumenti di sviluppo delle app permetterebbero di semplificare la creazione delle app, senza dare priorità alle app iOS come fanno preferiscono fare ora alcuni sviluppatori.

Apple lancia iOS 12: più velocità, notifiche flessibili, ArKit 2, Facetime di gruppo.

La novità principale del prossimo sistema operativo è che renderà tutto molto più veloce e l’obiettivo primario del nuovo iOS sarà quello di raddoppiare le performance di iPhone e iPad. iOS 12 supporterà tutti i dispositivi compatibili con l'attuale iOS 11, tra cui anche alcuni molto vecchi come iPhone 5s.

Il keynote di apertura della WWDC 2018 ha dato i natali, tra le altre cose a watchOS 5, il prossimo aggiornamento software ad Apple Watch. La nuova versione di sistema porta con sé cambiamenti di rilievo, tra cui nuovi quadranti, migliori funzionalità di monitoraggio della salute, ed altro ancora.

Tra le novita' più importanti introdotte con watchOS 5 ci sono numerose funzioni nel settore degli annullamenti. Una di queste riguardo il rilevamento automatico dell’allenamento. Si avrà un avviso per avviare il work out corretto e assegnare un credito retroattivo. Questa funzione invierà anche un promemoria per terminare le sessioni di allenamento dopo un periodo di inattività se l’utente se ne dimentica.

Tra i nuovi allenamenti che sarà possibile tracciare con l’orologio Apple anche Yoga e Hiking, che s uniscono così a 12 altri tipi di allenamento specializzati che monitorano con le calorie attive bruciate e i minuti di esercizio guadagnati.

watchOS 5 offrirà funzioni avanzate per gli appassionati di corsa, tra cui una nuova misurazione della cadenza (passi al minuto) per le corse e le camminate outdoor e indoor, e un nuovo allarme nelle corse outdoor che avvisa gli utenti quando il ritmo è inferiore o superiore al valore che hanno scelto come target. Una nuova misurazione, Rolling Mile Pace, offrirà ai runner la possibilità di vedere il passo tenuto nell’ultimo miglio appena corso, oltre al passo medio e attuale.

Dopo la condivisione attività, watchOS 5 permetterà agli utenti di invitare altri utenti di Apple Watch a partecipare a sfide di Attività della durata di sette giorni, guadagnando punti quando chiudono gli anelli Attività e ricevendo notifiche per non perdere la motivazione e arrivare alla vittoria.

watchOS 5 introduce Walkie-Talkie, un nuovo modo di comunicare a voce con un semplice tocco sul polso. È un modo facile e divertente per mettersi in contatto al volo con amici e familiari: il collegamento da orologio a orologio è veloce, personale e può essere attivato fra chiunque indossi un Apple Watch compatibile nel mondo, via Wi-Fi o rete cellulare.

Con watchOS 5 gli utenti potranno ascoltare i podcast con Apple Podcast su Apple Watch e riprodurre i podcast del catalogo usando Siri. Le puntate si sincronizzeranno in automatico su Apple Watch. Una nuova funzione per gli sviluppatori permette di sincronizzare su Apple Watch musica, audiolibri e sessioni di meditazione da app come Pandora, Audible e 10% Happier per poterli riprodurre offline anche quando l’iPhone dell’utente non è nelle vicinanze.

Usando l’apprendimento automatico, il quadrante aggiornato di Siri su Apple Watch diventa un assistente personale migliore e offrirà scorciatoie  basate su abitudini, luoghi e informazioni come il battito cardiaco dopo un allenamento, i tempi di percorrenza previsti da Mappe all’ora in cui l’utente esce dall’ufficio per tornare a casa o i risultati sportivi di una squadra preferita. Le notifiche di app di terze parti possono ora avere controlli interattivi e possono essere utilizzate senza dover aprire l’app.

Introdotta a listino anche una nuova variante dell'Apple Watch, chiamata Pride Edition, che si distingue per cinturino colorato e quadrante abbinato. Per ogni vendita verrà effettuata una donazione ad organizzazioni che difendono i diritti della comunità LGBTQ.

 


Torna alle NEWS

Apple ha appena rilasciato la versione definitiva dell’update a iOS 11.4 per iPhone ed iPad.

Contestualmente sono stati rilasciati iTunes 12.7.5, aggiornamento minore per Mac e PC, watchOS 4.3.1, aggiornamento minore di watchOS che integra correzioni di errori

ed infine  tvOS 11.4, ora con supporto per AirPlay 2, quarto importante aggiornamento del sistema operativo per la Apple TV di 4a e 5a generazione. 

Lunedì, 14 Maggio 2018 00:00

Apple WWDC 2018, le novità in arrivo.

La Apple WorldWide Developer Conference WWDC 2018 si terrà dal 4 all’ 8 giugno al McEnery Convention Center di San Jose, in California.

Durante l’evento del prossimo giugno Apple inizierà ufficialmente a parlare di iOS 12, prossimo grande aggiornamento, che investirà i dispositivi mobili quali iPhone e iPad. 

Accanto ad iOS 12 sarà presente anche la prossima versione del sistema operativo desktop di Apple, macOS 10.14. L’obiettivo principale di Apple sarà quello di incrementare la sicurezza e migliorare le prestazioni, ma ciò non significa assenza di nuove interessanti funzionalità. Si vocifera della possibilità che le applicazioni iOS risultino veramente universali, quindi in grado di funzionare su Mac. Apple vuol offrire all’utenza un modo per utilizzare un unico insieme di applicazioni, universali a tutti i dispositivi, mobili e desktop. Già su macOS 10.14 e iOS 12 potrebbe esserci questa totale convergenza.

Sarà l’occasione per inaugurare watchOS 5, il nuovo sistema operativo da installare a bordo degli indossabili Apple, quindi su Apple Watch. Potrebbe essere un aggiornamento ottimizzato e costruito intorno alla terza revisione dell’orologio intelligente, quello con supporto LTE. 

La WWDC 2018 sarà occasione anche per parlare di Mac. Quello che ci si aspetta per il prossimo giugno è un aggiornamento alla linea Mac Pro. Si tratta quasi di una certezza, dato che è stata la stessa Apple ad annunciarlo in un comunicato stampa ufficiale: “In aggiunta al nuovo iMac Pro, Apple sta lavorando sulla prossima generazione di Mac Pro, completamente ridisegnata, studiata per i clienti che hanno bisogno del massimo delle prestazioni, ma anche di un sistema modulare e aggiornabile.” 

In concomitanza con la nuova versione di Mac Pro, la presentazione di un nuovo monitor. Lo stesso comunicato stampa ufficiale sopra richiamato ha fatto menzione ad una  “visualizzazione high-end”, lasciando intendere che il nuovo Mac Pro si sposerà con un nuovo monitor ad alte prestazioni (8K?) 

Venerdì, 04 Maggio 2018 00:00

1998-2018 Venti anni di iMac.

Venti anni fa il primo iMac, rivoluzione dei pc. Il 6 maggio 1998, Steve  Jobs svela il computer colorato che rilancia Apple.

La rivoluzione del personal computer compie 20 anni. Era il maggio 1998, infatti, quando Steve Jobs svelò al mondo l'iMac: un PC colorato tutto-in-uno, destinato a cambiare l'aspetto delle scrivanie ed a rilanciare l'azienda ed il marchio Apple.

La differenza con i computer presenti sul mercato fu evidente al primo sguardo. L'impatto "stilistico" fu enorme. Con l'avvento di iMac si abbandona il classico color beige per puntare su una plastica azzurra traslucida, che lascia vedere l'interno della macchina. Il design è diverso e sbalorditivo: il PC della Mela, dalle forme sinuose ed arrotondate, ricorda alcune tv a tubo catodico degli anni Sessanta. La classica torre che racchiude le componenti del computer sparisce, così come le casse esterne.

L'iMac integra tutto al suo interno e ha un maniglione per il trasporto inserito nella parte alta della scocca. Dotato di lettore CD con unita' ottica interna, definisce l'obsolescenza del floppy disk. L'ergonomia dell'oggetto e' studiata fin nei minimi particolari.

Il dispositivo si rivolge a un pubblico non solo professionale, grazie a un prezzo non elevato per gli standard Apple dell'epoca: immesso a listino per 1.299,00 dollari, scendera' successivamente a 999,00 negli anni successivi, quando arrivano altri colori e persino un modello con guscio in grafica "floreale".

"Abbiamo disegnato l'iMac per dare ai consumatori ciò a cui tengono di più: l'eccitazione di internet e la semplicità del Mac", dice Jobs.

E l'iMac segna anche e soprattutto il ritorno di Steve Jobs nella "sua" Apple. Un ritorno salvifico per la compagnia, che passa da un forte passivo di 878 milioni di dollari nel 1997 ad un utile di oltre 414 milioni nell'anno 1998. Fu l'inizio di una nuova era per Apple, che diventera' nel decennio successivo un colosso economico ed il brand piu' ricercato e conosciuto nel mondo.


Torna alle NEWS

< Prev1234...6789Next >
Pagina 1 di 9