Lunedì, 22 Ottobre 2018 00:00

Apple evento del 30 Ottobre 2018

There's more in the making.

Apple ha annunciato ufficialmente la data del prossimo evento, il prossimo 30 ottobre a New York, in cui la compagnia presentera'  il nuovo iPad Pro e probabilmente alcuni MacBook aggiornati. Durante l'evento verra' svelato il destino dei MacBook Air, si vocifera infatti di un nuovo modello che integri o sostituisca addirittura la linea dei portatili entry level della casa di Cupertino.

Sale ancor di piu' l'attesa, date le voci che vorrebbero un rilascio di nuove versioni aggiornate anche per i desktop iMac e Mac Mini.

 

Adobe Max 2018: svelate tutte le novità Creative Cloud. Importanti aggiornamenti per Photoshop, Illustrator, inDesign, Premiere Pro, Adobe XD e il nuovo Premiere Rush per creare contenuti per i social media. Mostrate le prime versioni di Project Gemini e Photoshop per dispositivi iPad.

Photoshop CC per iPad è stato sviluppato per offrire sul tablet Apple la potenza e la precisione che hanno reso celebre Photoshop su computer, il tutto ridisegnato per l’esperienza touch.

Svelato inoltre Adobe Project Gemini, nuova app progettata per velocizzare disegno e pittura su tutti i dispositivi, in arrivo per la prima volta su iPad dal prossimo anno.

 

Adobe CC e macOS Mojave.

Adobe segnala in Photoshop e altri software della Creative Cloud problemi di compatibilità con Mojave. Con l’arrivo della versione definitiva di macOS Mojave emergono come prevedibile anche le prime segnalazioni di problemi di compatibilità che si presentano con alcune applicazioni. Adobe segnala bug con Photoshop, Lightroom, Illustrator e Acrobat.

Adobe raccomanda il passaggio ad Adobe CC 2018 prima di eseguire l’aggiornamento a Mojave 10.14 e spiega che le precedenti versioni del suo applicativo più noto non sono testate in modo intensivo con macOS Mojave. Adobe per il momento raccomanda di non eseguire l’aggiornamento del sistema operativo in ambienti di lavoro nei quali è importante la produttività e assicurare la compatibilità con hardware e driver vari.

Apple da parte sua ha gia' in distribuzione la prima versione tester per Mojave 10.14.1.

Martedì, 25 Settembre 2018 00:00

Disponibile macOS 10.14 Mojave.

macOS Mojave disponibile per il download.

Apple ha da ieri sera rilasciato l'installer del nuovo sistema operativo per i computer Apple. MacOS Mojave è disponibile per il download.


Torna alle NEWS

Apple ha rilasciato iOS 12, nuova versione del sistema operativo mobile di Cupertino per iPhone e iPad. 


Torna alle NEWS

Mercoledì, 05 Settembre 2018 00:00

Apple 12 Settembre: le novita'presentate.

Apple ha chiamato a raccolta giornalisti, analisti e partner per il suo tradizionale evento autunnale, lo scorso mercoledi' 12 settembre. E' stato il momento del lancio dei nuovi iPhone, di iOS12 e altro. Con l’evento Gather Round, Apple ha presentato ufficialmente iPhone XS, il fratello maggiore iPhone XS Max e il minore iPhone XR, affiancati da un Apple Watch 4 che ancora una volta concentra la maggior parte delle novità sulla salute dell’utente.


Torna alle NEWS

Microsoft  Office 2019: i requisiti di sistema macOS.

Il nuovo Office 365 per Mac richiederà macOS Sierra o seguenti. Gli utenti di Office 365 che non hanno ancora aggiornato il sistema operativo dovranno aggiornare a macOS 10.12 o seguenti per sfruttare le funzionalità integrate nella suite Office 2019 per Mac. L’azienda ha annunciato che tutti gli utenti di Office 365 per Mac (la versione con abbonamento mensile o annuale) potranno passare alla versione aggiornata di Office, con incluse le ultime novità, a patto di avere macOS Sierra 10.12 o seguenti.

Gli utenti che non passano a macOS 10.12 o seguenti prima dell’update di settembre riceveranno ancora supporto mainstream e potranno continuare a usare l’attuale versione di Office 365 per Mac.

Come parte dell’update di settembre 2018, gli utenti di Office 365 per Mac con macOS 10.12 o seguenti riceveranno un aggiornamento dei client di Office 2016 per Mac a Office 2019 per Mac al fine di accedere a nuove funzionalità e update.

Gli utenti di Office 365 che restano con le vecchie versioni di macOS e Office 2016 per Mac riceveranno supporto mainstream ma non le nuove funzionalità di Office 365.

Venerdì, 13 Luglio 2018 00:00

Apple aggiorna MacBook Pro: i modelli 2018.

Capacità di calcolo più veloce e potente su un notebook professionale. I nuovi modelli hanno processori fino a 6-core e 32 GB di memoria, display True Tone e chip T2 Apple, lo stesso presente su iMac Pro. Unita' interna SSD fino a 4TB sul 15″ e 2 TB sul 13″.

Apple ha aggiornato oggi il MacBook Pro, con prestazioni superiori e nuove funzionalità pensate per i professionisti, rendendolo il notebook Mac più avanzato di sempre. I nuovi modelli MacBook Pro con Touch Bar sono dotati di processori Intel Core di ottava generazione, con 6 core sul modello da 15 pollici per prestazioni fino al 70% più veloci e quad core sul modello da 13 pollici per prestazioni fino a due volte più veloci – pensati per manipolare grandi set di dati, eseguire simulazioni complesse, creare progetti audio multitraccia o eseguire l’elaborazione avanzata delle immagini o il montaggio di filmati.

Supporto massimo di 32 GB di memoria, display True Tone e una tastiera di terza generazione migliorata per una digitazione più silenziosa sono tra le nuove caratteristiche. La potente scheda grafica Radeon Pro, l’ampio trackpad Force Touch, la rivoluzionaria Touch Bar e il Touch ID, gli altoparlanti stereo dinamici, il silenzioso sistema di raffreddamento progettato da Apple e Thunderbolt 3 per il trasferimento dati, la ricarica e la connessione fino a due display 5K o quattro GPU esterne, ne fanno il notebook professionale ideale.

Grazie alla possibilità opzionale di aggiungere fino a 32 GB di memoria sul MacBook Pro da 15 pollici, gli utenti possono eseguire più applicazioni contemporaneamente o caricare file più grandi nella memoria. Inoltre, con un’unità SSD da 2 TB sul modello da 13″ e da 4 TB su quello da 15″, MacBook Pro offre ai clienti la flessibilità di lavorare con grandi librerie di file e progetti ovunque si trovino.

 

Display Retina con True Tone garantisce un’esperienza di visualizzazione perfetta, il miglior display per notebook Mac mai visto.

Grazie alla tecnologia True Tone, il display e la Touch Bar offrono un’esperienza di visualizzazione più naturale per flussi di lavoro di progettazione ed editing, nonché per attività quotidiane come la navigazione sul Web e la scrittura di e-mail.

Novità per MacBook Pro è anche il chip T2 di Apple, introdotto per la prima volta sull’iMac Pro: Con il chip Apple T2, MacBook Pro offre ora una maggiore sicurezza del sistema con il supporto per l’avvio sicuro e l’archiviazione crittografata.

 

Caratteristiche principali del MacBook Pro 15 pollici

• Processori Intel Core i7 e Core i9 a 6 core fino a 2,9 GHz con Turbo Boost fino a 4,8 GHz

• Fino a 32GB di memoria DDR4 

• Potente grafica discreta Radeon Pro con 4 GB di memoria video in ogni configurazione

• Fino a 4TB di storage SSD2

• Tecnologia del display True Tone

• Chip T2 di Apple

• Touch Bar e Touch ID

 

Caratteristiche principali del MacBook Pro 13 pollici

• Processori Intel Core i5 e i7 quad-core fino a 2,7 GHz con Turbo Boost fino a 4,5 GHz e doppia eDRAM

• Grafica integrata Intel Iris Plus 655 con 128MB di eDRAM

• Fino a 2TB di storage SSD2

• Tecnologia del display True Tone

• Chip T2 di Apple

• Touch Bar e Touch ID

 


Torna alle NEWS

Apple ha reso pubblica la versione definitiva dell’aggiornamento a macOS High Sierra 10.13.6. Migliorie i termini di “stabilità, prestazioni e sicurezza”. Arriva il supporto Airplay 2 su iTunes 12.8. La nuova versione di iTunes per Mac supporta l'audio multiroom di AirPlay 2. Possibile gestire HomePod, Apple TV e altoparlanti di terze parti compatibili e controllare i contenuti in coda. Disponibili inoltre le versioni definitive degli update a iOS 11.4.1 per iPhone ed iPad, watchOS 4.3.2 e tvOS 11.4.1.


Torna alle NEWS

Martedì, 26 Giugno 2018 00:00

OSX 10.14 Mojave: le novita' da conoscere.

In occasione dell’annuale Worldwide Developers Conference (WWDC), Apple ha svelato  un’anteprima di macOS Mojave, l’ultima versione del sistema operativo per Mac versione 10.14. La beta version preliminare è nelle mani degli sviluppatori come pure e' disponibile una versione beta pubblica per gli utenti che desiderano provarla. La versione definitiva sarà invece rilasciata in autunno come aggiornamento software gratuito.

Dark Mode

Apple ha da tempo integrato in macOS funzioni che consentono di scurire la barra dei menu e il Dock (funzione richiamabile dalla sezione “Generali” nelle Preferenze di Sistema) ma queste consentono solo di dare alla barra dei menu e al Dock un aspetto più scuro; mancava, ad oggi, una funzione in grado di applicare modifiche più profonde al sistema nel suo complesso, alle finestre del Finder, alla barra degli strumenti delle varie applicazioni, alle Preferenze di Sistema, ecc... Apple spiega che in MacOs Mojave, la Dark Mode permette di trasformare la Scrivania grazie ad un look innovativo che pone l’attenzione sui contenuti dell’utente. Al termine dell’installazione del nuovo sistema operativo, all’utente è chiesto di se desidera abilitare o no la Dark Mode. Si può ad ogni modo impostare in qualsiasi momento la modalità di visualizzazione desiderata aprendo le Preferenze di Sistema e selezionando l’aspetto preferito (dark o tradizionale). Lo schema colori più scuro mette in risalto i contenuti, mentre i controlli restano in background. È anche possibile sfruttare gli Spazi del Mac e passare al volo da una Scrivania chiara a una scura. Le app integrate come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. Nella sezione “Scrivania e Salvaschermo” delle Preferenze di Sistema è presente il nuovo Dynamic Desktop che varia in automatico l’immagine della Scrivania in base all’ora del giorno.

Stacks

Il Finder di MacOs Mojave mette a disposizione nuove funzionalità. Di particolare interesse la funzione “Stacks” che è possibile richiamare dal menu “Vista”. L'intento è semplice e permette di fare ordine sulla Scrivania impilando automaticamente i file in gruppi ben ordinati basati sul tipo di documento come immagini, documenti, fogli elettronici, PDF ecc... Gli utenti possono personalizzare le Stacks in base ad altri attributi dei file, per esempio la data o i tag. Il contenuto dei file raccolti in uno stack possono essere visualizzati con un click del mouse/trackpad. È ovviamente in qualsiasi momento possibile annullare la visualizzazione a stack deselezionando l’opzione dal menu Vista del Finder.

Novità nel Finder

Finder di MacOs 10.14 Mojave è stato significativamente aggiornato con una nuova Gallery View  che consente agli utenti di scorrere visivamente i file. Il pannello dell’Anteprima  mostra vari metadati (esempio con le immagini: tag, data creazione, ultima apertura, contenuti, dimensioni, spazio colore, profilo colore), semplificando la gestione di interi asset di contenuti. Sono presenti “azioni rapide”, pulsanti che consentono ad esempio di ruotare una foto, modificarla, creare al volo un PDF. Le azioni rapide consentono agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder.

Migliorie per Quick Look

Quick Look, la funzione che permette di visualizzare foto, file o una cartella senza aprirli avvicinandosi con il mouse/trackpad e premendo spazio (o, in alternativa usando il click deciso sui Mac con trackpad Force Touch), è stata ottimizzata. È come sempre possibile mostrare rapidamente un’anteprima full-size dei documenti, così gli utenti potranno ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire app specifiche.

News, Borsa, Memo vocali e Casa

Apple ha cominciato a usare internamente un framework che permette di eseguire il porting di app iOS su Mac. Le prime app frutto di questo lavoro le vedremo in MacOs 10.14 Mojave e sono News, Borsa, Memo vocali e Casa, ora disponibili per la prima volta anche su Mac. L’app Casa permette di controllare gli accessori HomeKit dal Mac consentendo di gestire varie funzioni come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato direttamente dal computer. A questo proposito anche con Siri dal Mac è possibile controllare i dispositivi HomeKit. L’app Memo vocali consente di registrare appunti personali, lezioni, meeting, interviste e spunti per nuovi brani, per poi accedervi da iPhone, iPad o Mac. L’app Borsa mostra news selezionate sui mercati oltre a una lista personalizzata completa di quotazioni e grafici interattivi. News consente in alcune nazioni (per ora Australia, Regno Unito e Stati Uniti) di mostrare articoli con foto e video.

Chiamate FaceTime di gruppo

Le chiamate FaceTime di gruppo consentono di chattare con più persone contemporaneamente.I partecipanti si possono aggiungere in qualsiasi momento, anche se la conversazione è ancora in corso, e scegliere se parlare in video o con solo l’audio dal dispositivo preferito. È possibile unirsi alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac o partecipare usando l’audio FaceTime dall’Apple Watch. In abbinamento alle nuove funzionalità di iOS 12 è possibile applicare effetti come le Memoji, una forma più personale di Animoji, con divertenti effetti per la fotocamera anche dal Mac.

Nuovo Mac App Store

Il Mac App Store di macOS 10.14 Mojave si presenta con un look rinnovato e contenuti editoriali che rendono più semplice la ricerca di app per Mac. Analogamente alla versione per iOS, il nuovo Mac App Store mostra una sezione Discover, che celebra le app, i giochi e i loro sviluppatori con interessanti racconti, interviste di approfondimento, utili suggerimenti, raccolte di app ecc... Inoltre, sono aggiunte nuove sezioni come Create, Work, Play e Develop, dove gli utenti possono trovare l’app per un progetto specifico cercando fra quelle per fare musica, per i video, di fotografia, le utility per il lavoro e i giochi. Ogni settimana nella nuova sezione Discover gli utenti troveranno articoli di approfondimento sulle migliori app per Mac, con racconti e raccolte di app consigliate, e vedere le classifiche delle app più amate. Un’altra novità sono i video a riproduzione automatica, che offrono agli utenti un’anteprima dinamica delle app per capirne il funzionamento prima di scaricarla.Le sezioni Create, Work, Play e Develop contengono suggerimenti e informazioni sulle app per creare, lavorare, giocare e sviluppare, con consigli e tutorial che possono essere utili anche ai più esperti.

Sicurezza e privacy

Come per tutti gli aggiornamenti software Apple, sicurezza e privacy rappresentano priorità assolute anche in macOS Mojave. In Safari, la funzione Intelligent Tracking Prevention aiuta a impedire ai pulsanti “Mi piace” o “Condividi” dei social media e ai widget di commento di tracciare gli utenti senza la loro autorizzazione. Safari condivide inoltre informazioni di sistema semplificate quando gli utenti navigano sul web: in questo modo non vengono tracciati in base alla loro configurazione di sistema. Safari crea, compila e memorizza in automatico password forti quando gli utenti creano nuovi account online e contrassegna le password riutilizzate così gli utenti possono cambiarle. I nuovi livelli di protezione dei dati richiedono alle app di ottenere l’autorizzazione dell’utente prima di usare la videocamera e il microfono del Mac o di accedere a dati personali come la cronologia di Mail e il database dei messaggi. Le applicazioni eseguite in macOS Mojave devono richiedere esplicatamene l’autorizzazione dell’utente prima di accedere a fotocamera o al microfono, lo stesso vale per dati come la cronologia dei messaggi o il database di Mail.

Nuovi controlli per gli screenshot

Apple integra da tempo vari strumenti di serie con il sistema operativo che consentono di catturare con facilità screenshot e schermate varie sul Mac. In macOS Mojave gli strumenti che consentono di catturare un’istantanea sono ancora più completi. Come sempre è possibile catturare un’istantanea dell’intera schermata o di una parte selezionata della schermata, ma ora sono presenti controlli sullo schermo che permettono di accedere al volo e facilmente a barie opzioni e nuove capacità di registrazione video. Un workflow semplificato consente di condividere gli screenshot senza creare disordine sulla Scrivania. Come accade su iOS, quando si preme la combinazione Maiuscole-Comando (⌘)-3, l’istantanea non viene subito salvata sulla scrivania come file .png ma in basso a destra sullo schermo appare una piccola anteprima; facendo click sull’anteprima si apre una finestra che mostra l’immagine e vari strumenti che consentono di disegnare a mano libera, disegnare forme, aggiungere elementi vari, testi, ruotare, ritagliare, ecc. Specifici pulsanti consentono di ripristinare, salvare o cestinare la foto, condividere la schermata con altri utenti, ecc. Premendo la combinazione di tasti Maiuscole-Comando (⌘)-5, è possibile selezionare con il mirino l’area di proprio interesse e sullo schermo appaiono pulsanti che consentono di scegliere cosa acquisire (l’intero schermo, la finestra selezionata, una selezione). Da questi pulsanti è anche possibile registrare un filmato dell’intero display (o di una parte) e scegliendo “opzioni” impostare il timer, scegliere se mostrare o no il cursore del mouse e altre opzioni...

Continuity Camera

Continuity Camera consente agli utenti Mac di scattare una foto o acquisire un documento nelle vicinanze con il loro iPhone o iPad e visualizzarlo all’istante sul Mac. È possibile, ad esempio, aprire un documento Pages, inserire un riquadro per contenere un’immagine e scattare al volo la foto da iPhone o iPad.Basta selezionare il dispositivo iOS dal menu Modifica: comodissimo per inserire al volo la foto di un oggetto che, ad esempio, si trova sulla scrivania, per allegare la scansione di uno scontrino/fattura, ecc. La funzionalità di Continuity Camera è compatibile con varie app, incluse Mail, Notes, Pages, Keynote, Numbers e altre ancora.

 


Torna alle NEWS

< Prev1234...678910Next >
Pagina 3 di 11